pubblicità

TEST DIAGNOSTICI DISPONIBILI

TEST DIAGNOSTICI DISPONIBILI

Vari test attualmente praticabili con le tecniche di biologia molecolare sono commercialmente disponibili e pertanto sono eseguiti in diversi presidi sanitari che dispongono dell’attrezzatura idonea. Altri test  sono eseguiti invece da singoli laboratori di riferimento.

Test diagnostici comuni in biologia molecolare:garcinia cambogia veda wikipedia

Altri test diagnostici reperibili ed eseguiti da laboratori dedicati:follixin

Epatite C (HCV)vivese senso duo pris

Epatite B (HBV)varikosette opiniones

Chlamidia trachomatisvai

Mycobacterium tuberculosis complexproengine ultra bewertungen

Mycobacterium spp.

HIV quantitativo

Epstein Barr Virus

Citomegalovirus

Herpes Virus

Mycobacterium avium-intracellulare

Rifampicino resistenza Mycobacterium tuberculosis

MNT-Micobatteri non tubercolari speciazione

Lysteria momocytogenes

Legionella pneumophila

Neisseria gonorrhoeae

Toxoplasma gondii

Pneumocystis carinii

Anaerobi per Parodontopatie (Prevotella intermedia, A.Actinomyctecomitans, Treponema denticola)

Bordetella pertussis

Plasmodi malarici

... molti altri test sono in fase di sviluppo

La richiesta dei test in biologia molecolare va sempre attentamente valutata ai fini della redditività clinica in funzione dei costi esecutivi e dei risultati clinici. Va sottolineato che una diagnostica precoce risparmia costi dovuti a diagnostiche prolungate.

Sovente il ritenere che il test sia l’assoluto clinico comporta dei possibili errori e l’interpretazione del dato è aspetto basilare.Va considerato come premessa il fatto che la richiesta include affezioni batteriche ed affezioni virali.

Si deve sempre considerare:

La polymerase chain reaction (PCR) o tecniche derivate presentano estrema sensibilità per cui la presenza di una singola copia o di poche copie di DNA bersaglio può portare  a risultati falsamente positivi in un campione negativo a causa di una contaminazione fra campioni  oppure a risultati positivi in soggetti che non presentano problemi clinici riguardo alla malattia in questione.

Si possono verificare inoltre le situazioni contrarie dovute a falsa negatività in quanto la risposta negativa è per lo più conseguenza di sostanze inibitrici presenti nei materiali. Attualmente molti sistemi commerciali sono dotati di controlli in merito alla presenza di sostanze inibitrici e le tecniche inerenti a tale valutazione vanno sempre considerate dei validi supporti.

Appare oggi assolutamente acquisito in tema di infezioni virali ( da HIV a CMV a epatite,ecc) la valutazione della PCR quantitativa sia per il DNA che RNA virale. La viremia plasmatica cioè il numero di copie di RNA per millilitro di plasma è un valido indicatore del decorso della infezione.